Federazione Internazionale di Yoga & Meditazione ATMAN – l’insegnante: Adriana

Insegnante: Adriana, praticante yoga da oltre 27 anni e insegnante presso la Federazione Internazionale “Atman”.
Dal punto di vista culturale ma anche teologico, sono cristiana. Sono ortodossa di rito greco. Ho letto i Vangeli, ho un modello di perfezione nella splendida figura di Gesù Cristo ma non riesco a conciliare l’idea di alcuni – più cattolici del Papa stesso – secondo i quali Gesù sia l’unico modello di realizzazione spirituale.
In generale, mi sono sempre sentita più vicina ai mistici e agli esseri umani realizzati di tutte le religioni. Ho percepito come autentiche le parole di coloro che sostengono che Dio non si nasconde negli scritti dogmatici o su un trono perso nel cielo ma che lui è incredibilmente vicino a noi, anzi, è dentro di noi.
Come non essere pieni di riconoscenza verso chi, una volta arrivati in cima alla realizzazione spirituale, alla mokṣa, al nirvana, al samadhi, all’estasi mistica, sono tornati per raccontarci la loro esperienza, per condividerla, per spronarci a viverla insieme a loro…
In ogni tradizione religiosa sulla terra ci sono stati mistici che hanno descritto questa esperienza. Purtroppo molti di essi sono stati incarcerati o addirittura uccisi (il movimento spirituale Falun Gong in Cina? Ne vogliamo parlare? ed è un esempio tra tanti, purtroppo). Ad ogni modo, la mia opinione su di loro è straordinaria.
Uno tra questi, il mio maestro, la mia guida spirituale, mi ha aperto gli occhi sullo yoga. Mi ha regalato questo strumento meraviglioso. È come se avessi un computer iper-sofisticato che fa tutto, che sa tutto, basta iniziare a studiarlo un po’ e soprattutto ad applicare le nuove conoscenze. Per dirla alla Osho : “Lo yoga non è una religione. Lo yoga non è indù, né musulmano. Lo yoga è una scienza pura come la matematica, la fisica, la chimica. La fisica non è cristiana né buddhista. Anche se sono stati i cristiani ad aver scoperto le leggi della fisica, la fisica non è cristiana. Solo per caso sono stati loro a scoprirle. La fisica rimane comunque una scienza e così pure lo yoga: è casuale il fatto che siano stati gli indù a scoprilo. Lo yoga non è indù. È matematica pura dell’essere interiore. Musulmani, cristiani, giainisti e buddhisti possono essere yogi.”
Vorrei dire che la vostra potenzialità, come la mia o di chiunque, in quanto potenzialità o seme, è la stessa di Buddha, di Krishna, di Cristo. Dov’è possibile la Realizzazione, l’illuminazione spirituale, Dio non ha fatto favoritismi. Ognuno di noi ha le stesse opportunità! Se non vi sembra essere così è solo perché non avete mai provato a trasformare queste magnifiche potenzialità in realtà.
Su questo sentiero, lo YOGA, è necessario ed è molto importante essere aperti, ricettivi, costanti e disponibili. Con questi atteggiamenti possiamo iniziare un percorso fantastico che ci porterà alle massime vette spirituali.

 

E-mail: info@yoga-integrale.com