SULL’AMORE

L’amore è una delle fondamentali realtà di Dio. Scoprendo l’amore, noi scopriamo l’esistenza di Dio. L’amore è la sua essenziale “sostanza”. L’infinita energia dell’amore viene da Dio, divina, armoniosa, vera, estatica. Tutte le meravigliose manifestazioni contengono in se stesse la misteriosa, profonda e unificante energia dell’amore. Quando l’amore è in tutti noi, allora noi siamo tutti in Dio.
L’ineffabile energia dell’amore è la risorsa senza fine e potente di vita armoniosa che si manifesta come felicità, gioia, compassione, bontà e estasi. Tutto ciò che è buono, bello e vero esiste grazie alla misteriosa energia dell’amore. E niente di ciò che è sublime può esistere e conservarsi senza l’energia dell’amore.
Tutto ciò che è edificante, simile a Dio e incantevole contiene questa misteriosa energia dell’amore. L’energia dell’amore è illimitata ed eterna, è sia la risorsa che lo scopo di ogni essere che aspiri a Dio. L’essere umano spesso nutrito dall’amore, evolve più in fretta verso la perfezione, l’illuminazione e l’unione con Dio.
L’uomo che allontana da se l’amore (dovuto a egoismo e stupidità) separa se stesso dall’energia essenziale di Dio e si imbatte nella strada della dispersione e distruzione fino a perdere la propria coerenza.
L’amore e la libertà sono inseparabili, dato che senza libertà non possiamo parlare d’amore, ma di costrizione.
L’amore è un essenziale criterio e allo stesso tempo il metodo più rapido di sviluppo armonioso dell’essere umano. Se c’è un amore grande, la totale realtà di Dio è riflessa nel microcosmo del nostro essere.

 

Chi non ama non si sorprenda di non essere amato.
Chi ama poco, poco sarà amato.
Chi ama tanto, molto sarà amato.
Chi ama all’infinito, senza fine sarà amato.
Se speri di essere molto amato, per prima cosa dovrai amare tu.

 

Prima o poi ti verrà offerto l’amore che meriti, commisurato all’amore che hai offerto. Anche se qualcuno ti sommerge di amore, tu non sarai in grado di riceverlo finché tu non sia meritevole di tale amore. Quando sarai veramente preparato a ricevere amore infinito e sublime, allora una persona entrerà nella tua vita in grado di darti proprio un tale amore.
Se ami un ideale archetipo con intensità, profondamente e illimitatamente ma non hai una persona che ti corrisponda, ti stai preparando in una magnifica maniera (consciamente o meno) al momento in cui incontrerai una persona che ti darà l’amore che hai sempre meritato.
Non dimentichiamo che l’amore senza un solido fondamento di verità è come una corrente d’acqua in un fiume senza argini. Un grande amore e una perfetta trasfigurazione rendono il nostro beneamato ancora più bello.
Quando tu ami abbastanza, scopri prima di tutto ciò che è meraviglioso nella persona che ami. Di fronte a colui che ama con passione la bellezza rivela se stessa e cresce attraverso continue trasfigurazioni. Ogni essere umano si innamora di una persona con caratteri complementari. Colui che amiamo è la nostra bellezza. In colui che manca di intuizione spirituale, una bella faccia e corpo possono nascondere una anima meschina.
La trasfigurazione ci mostra che la bellezza è figlia dell’amore.
Un cuore costantemente innamorato di tutto ciò che è bello, vero e buono, non diventerà mai vecchio. La bellezza da sola senza grazia, manca di attrattiva. La bellezza combinata alla grazia rende la persona irresistibile. La bellezza senza bontà e intelligenza è come una birra sgasata aperta la sera prima. Le belle donne raramente sono sagge.
La bellezza dura fino a che la bruttezza comincia a farsi avanti, ma la saggezza (una volta raggiunta) dura per sempre. Una persona solo bella è ottima da guardare, ma con una persona saggia è facile vivere, dato che può aiutarti a svegliarti dall’ignoranza e diventare saggio e felice.
La giovinezza ha corpo e volto carini, ma la saggezza rende la mente e l’anima belle. Una donna affascinante con un bel corpo è una muta raccomandazione di Madre Natura.
Le persone belle devono essere molto attente, giacché l’arroganza si desta se sei bello, e in seguito la vanità prende il posto della bellezza.
Abbandona la debolezza, l’egoismo, la rabbia, la gelosia, la vanità, l’impazienza, l’odio, la mancanza di tolleranza, la stupidità.
Non dimenticare che quando l’amore diventa infinito, l’impossibile diventa facilmente realizzabile. Non dimenticare che, come lo scultore romeno Brancusi disse, “Quando smettiamo di essere come bambini, siamo già morti”. Per questo dovresti svegliarti ed amplificare il bimbo che è in te. In questo modo diventi e rimani per sempre giovane. Vivere tutto il tempo come un bambino è un dono meraviglioso che ognuno di noi può ricevere.

 

Samuel Ullman scrisse in “Essere giovani”: “La giovinezza non è un periodo della vita, è uno stato della mente” (nel linguaggio dello yoga, una risonanza con le sottili energie della giovinezza). Scrisse anche: “La giovinezza indica la predominanza di un temperamento coraggioso sulla timidezza, di uno spirito avventuroso su una vita rilassata”.
“Nessuno invecchia semplicemente perché gli anni passano. Si invecchia quando si tradiscono i propri ideali. Gli anni possono far venire le rughe alla pelle, ma la rinuncia agli entusiasmi riempie di rughe l’anima. Le preoccupazioni, la paura, la sfiducia in se stessi fanno mancare il cuore e piombare lo spirito nella polvere”.
Giovane è quella persona curiosa e continuamente sorpresa di ogni cosa, anche quando gli altri non vedono niente di straordinario. Questa persona pone sempre domande come “Perché?”, “Cosa succederà dopo?”, ecc. Tale persona determina gli eventi della sua vita attraverso il suo pensiero creativo e trova sempre nuova felicità nel divino gioco della vita. Tu sei giovane come il tuo amore e la tua fede. Tu sei vecchio come il tuo isolamento e i tuoi dubbi. Tu sei giovane come la grandezza della tua sicurezza e speranza. Tu sei vecchio come il tuo scoraggiamento. Rimarrai sempre giovane fino a che sarai pieno di amore benevolenza e aperto verso tutto ciò che è bello, buono, vero, grande e divino. Attento alla voce dell’amore, alla gente intorno, all’infinito e a Dio.
Se, nonostante questo, un giorno il tuo cuore sarà colmo di pessimismo e tormentato dal cinismo perché non hai dato retta a questa raccomandazione, possa il buon Dio aver pietà del tuo rigido cuore!”

 

Nel Vecchio Testamento, San Paolo dice le seguenti parole sull’amore (Corinzi 13):
“Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi Amore, sarei come il bronzo che risuona o il cimbalo che tintinna. E se anche avessi il dono della profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza; se anche possedessi una fede così grande da trasportare le montagne, ma non avessi Amore, io non sarei nulla. E se anche distribuissi tutti i miei averi ai poveri e offrissi il mio corpo perché fosse bruciato, ma non avessi Amore, niente di tutto ciò mi gioverebbe.
L’Amore è paziente, è benigno; l’Amore non arde di gelosia, non si vanagloria, non s’insuperbisce, non si comporta in maniera sconveniente, non persegue il proprio interesse, non si indigna, non nutre alcun risentimento per il male ricevuto, non si rallegra dell’ingiustizia, ma gioisce della verità. Tutto ammette, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.
L’Amore non avrà mai fine. Invece le profezie scompariranno, il dono delle lingue cesserà, la scienza svanirà. Perché la nostra conoscenza è imperfetta, e imperfetto è anche quello che profetizziamo. Ma quando verrà ciò che è perfetto, tutto quello che è imperfetto sarà annullato.
Quando ero bambino, parlavo da bambino, sentivo da bambino. Ora vediamo come in uno specchio, in maniera oscura, ma allora vedremo in modo chiaro, faccia a faccia; adesso conosco soltanto in modo imperfetto, allora invece conoscerò come sono conosciuto.
Ora, dunque, rimangono La Fede, la Speranza e l’Amore. Questi tre. Ma quello più importante di tutti è l’Amore”.
(articolo di Gregorian Bivolaru)