L’INFLUENZA DELLE TENDENZE NEGATIVE

Una delle cause delle malattie e del rapido avanzamento della senilità risiede nell’insufficiente controllo delle tendenze negative, del tipo: ira, invidia, rancore, gelosia, odio, pessimismo, paura di ammalarsi. La paura provoca l’emissione delle tossine che agiscono su tutti gli organi e in particolar modo sul fegato e sul sistema nervoso. L’odio intossica l’organismo; il suo effetto si ripercuote sulla digestione, favorisce l’elevazione della tensione sanguigna, provoca disturbi sul metabolismo. La paura è correlata all’attività genitale e fa diminuire la pressione del sangue. Il rancore trattiene il reumatismo. L’avidità espone la persona ad alcune malattie del cuore. L’irritabilità genera nel soggetto i seguenti disturbi: emicrania, pressione sanguigna elevata, paralisi, diabete, affaticamento del cuore. Il pessimismo ci contrae e rende difficili i rapporti sociali, complica le cose e, generalmente, è il maggior ostacolo sulla via del successo.