L’articolo del mese: La meditazione per principianti

Chi più, chi meno, tutti sono interessati alla meditazione. Ma che cos’è la meditazione? E come si fa? La meditazione significa ascoltare Dio. Si tratta di una pratica che conduce alla conoscenza di sé. Elimina l’inquietudine della mente e le tensioni interne. Con l’aiuto di questa semplice tecnica che verrà descritta di seguito inizierai un affascinante viaggio nel regno della verità. I momenti favorevoli per la pratica della meditazione sono prima dell’alba e la sera prima di coricarsi. Considerando però il ritmo della nostra vita, ogni momento è opportuno. I tempi consigliati per la pratica della meditazione sono di almeno 20 minuti, due volte al giorno. È meglio non praticare la meditazione quando si è stanchi o esausti. Un semplice esercizio meditativo La meditazione può essere praticata seduto o in una postura yogica (Sukhasana, Vajrasana, Padmasana). Chiudete gli occhi, rimuovete, per quanto possibile ogni pensiero o preoccupazione interiore. Diventate consapevoli del vostro corpo. Coscientizzate il contatto del corpo, con la superficie su cui siete seduti. Prestate attenzione a come le mani sono appoggiate sulle gambe, a come si toccano i piedi ecc. Rilassatevi gradualmente, partendo dalla gamba sinistra, dal basso verso l’alto, continuando poi con la gamba destra, il braccio sinistro, poi il braccio destro, il tronco, in maniera globale, sempre dal basso verso l’alto, fino al collo e alla testa. Ora focalizzate la vostra attenzione sul processo di respirazione. Osservate attentamente il ritmo del respiro, sentendo l’aria e l’energia (PRANA) che la respirazione porta dentro e fuori dal vostro corpo. Coscientizzate il processo divino attraverso cui l’energia penetra nel vostro corpo e lo mantiene in vita. Sentite il miracolo del respiro. Una volta che la concentrazione è mantenuta e potenziata, questa diventa meditazione. Essa vi porterà sempre più in profondità dentro di voi. Nella pratica della meditazione è necessario che siate sempre più consapevoli e bisogna avere uno stato da “testimone”. Il testimone silenzioso di voi, che guarda attraverso i vostri occhi mentre siete nello stato di veglia, è lo stesso testimone che osserva i vostri sogni e la vostra meditazione. Passiamo ora ad una nuova fase. Siate molto attenti ad ogni pensiero che vi viene in mente. Da dove mai è arrivato il nuovo pensiero? Che cosa vi ha portati verso lui? Come vi ha trasformati? Dove scompare quando lascia la vostra mente? Chi sta analizzando questo pensiero? Tuttavia, esiste un “io” che osserva tutto. Egli è l’unico che esiste davvero ed è sempre esistito dentro di voi, ma non è ancora scoperto. Questo è il vero stato di meditazione. In questo stato potete abbandonare l’oggetto della concentrazione e godere pienamente la meditazione.
La meditazione ci può avvicinare al risveglio spirituale, a Dio, dandoci così accesso allo stato di grazia. Alcuni dei fenomeni che potete sperimentare durante la meditazione sono: vibrazioni spontanee in diverse zone del corpo, la visione di colori meravigliosi che non possono essere visti in stato di veglia, esperienze auditive (suoni armoniosi), immagini oniriche (alcune portatrici di simboli importanti che possono catapultarvi in altri mondi, di là del mondo fisico in cui vivete), una sensazione di calore e rilassamento nella zona del cuore, sentimenti di profonda felicità e pace, la rimozione totale dei sentimenti indesiderati e l’eliminazione della tensione muscolare. Meditare significa: • mantenere la mente calma • mantenere la pace interiore e la concentrazione senza sforzo • ottenere una più alta coscienza del mondo che vi circonda • vivere il presente senza preoccuparsi del passato o del futuro • un bellissimo viaggio pieno di ispirazione e aspirazione, non una semplice destinazione Meditare non significa: • addormentarsi • entrare in uno stato da “medium” • staccarsi dalla realtà, diventare lunatico • identificarsi con diversi pensieri e dimenticare chi sei, dove sei o quello che stai facendo Benefici della meditazione: • diminuzione dello stress, della tensione, eliminazione della depressione e dell’ansia • equilibrio sul piano affettivo • rafforza il sistema immunitario, miglioramento della salute • conferisce un senso di unità con tutto ciò che esiste, concentrazione e aumenta la fiducia in se stessi • porta tranquillità e libertà mentale, ottimismo • il sentimento dell’integrazione spirituale nell’armonia della creazione