I CENTRI SOTTILI DI FORZA – CHAKRA

Nel sistema energetico umano, i centri sottili di forza (CHAKRA) funzionano come dei ricettori, trasformatori e distributori di energia sulle diverse frequenze di vibrazione. Di conseguenza, è attraverso i centri di forza che l’essere umano realizza un’interazione e uno scambio permanente con le forze che si manifestano nel macrocosmo, Universo.
I testi antichi parlano dell’esistenza di 88.000 CHAKRA. La maggior parte di questi CHAKRA sono piccoli e hanno un ruolo minore nel sistema energetico umano. Ci sono poi circa 40 CHAKRA secondari che sono importanti e infine 7 CHAKRA principali che hanno un’importanza capitale per la vita fisica, mentale, emozionale e spirituale dell’essere umano.

 

I 7 CHAKRA principali sono:

 

1. Muladhara Chakra 2. Swadhisthana Chakra 3. Manipura Chakra 4. Anahata Chakra 5. Vishuddha Chakra 6. Ajna Chakra 7. Sahasrara

 

Muladhara Chakra
Localizzazione – alla base della colonna vertebrale tra l’ano e il sesso, nel piano sottile
Rappresentazione simbolica – un loto con 4 petali (4 nadi o canali energetici)
Rappresenta – la coscienza oggettiva, la presa di coscienza sull’esistenza fisica terrestre
La funzione psichica contrôllata – la volontà di sopravvivenza, l’istinto di conservazione, lo stato di sicurezza interiore, il desiderio di accumulare beni materiali, la professione o il mestiere scelto, il sentimento di stabilità, l’appartenenza ad un gruppo e l’identità del gruppo (famiglia)
Paure essenziali – Paura per la sopravvivenza fisica, paura dell’abbandono da parte del gruppo, paura di essere attaccati o aggrediti
Reazioni specifiche in caso di disturbi energetici – la fuga o la paura
Energie con le quali ci mette in risonanza – le energie sottili della terra
Organo di senso – il naso
Il senso governato – l’olfatto
L’animale simbolico del centro di forza Muladhara Chakra è l’elefante.

 

Svadhisthana Chakra
Localizzazione – la zona situata sopra agli organi genitali, nel piano sottile
Rappresentazione simbolica – un loto con 6 petali (6 nadi o canali energetici)
Rappresenta – la coscienza sensuale, l’erotismo, l’immaginazione, il potenziale creatore
La funzione psichica contrôllata – il desiderio ardente, l’immaginazione lussuriosa, le allucinazioni, la sensualità, il bisogno di formare una famiglia
Reazioni specifiche in caso di disturbi energetici – agitazione e confusione mentale
Energie con le quali ci mette in risonanza – le energie sottili dell’acqua
Organo di senso – la lingua
Il senso governato – il gusto
L’animale simbolico del centro di forza Svadhistana Chakra è coccodrillo.

 

Manipura Chakra
Localizzazione – la zona del plesso solare, nel piano sottile
Rappresentazione simbolica – un loto con 10 petali (10 nadi o canali energetici)
Rappresenta – la coscienza espansiva, la volontà di potere
La funzione psichica contrôllata – la volontà, l’ego, l’individualità, l’espansività, il potere, l’autocontrollo, l’intelligenza pratica
Reazioni specifiche in caso di disturbi energetici – la lotta accanita per il potere personale e la riconoscenza dei propri diritti, anche a detrimento delle altre persone
Energie con le quali ci mette in risonanza – le energie sottili del fuoco
Organo di senso – gli occhi
Il senso governato – la vista
L’animale simbolico del centro di forza Manipura Chakra è l’ariete.

 

Anahata Chakra
Localizzazione – la zona al centro del petto, il cuore, nel piano sottile
Rappresentazione simbolica – un loto con 12 petali (12 nadi o canali energetici)
Rappresenta – la compassione la calma interiore, il distacco e l’amore incondizionato
La funzione psichica contrôllata – l’amore infinito per l’altro, la compassione, l’altruismo, l’empatia, la condivisione, l’accettazione
Reazioni specifiche in caso di disturbi energetici – sofferenza affettiva causata da situazioni drammatiche o anche tragiche (divorzi, decessi), con disturbi di funzionamento della ghiandola endocrina corrispondente, il timo
Energie con le quali ci mette in risonanza – le energie sottili dell’aria
Organo di senso – la pelle
Il senso governato – il tatto
L’animale simbolico del centro di forza Anahata Chakra è la gazzella.

 

Vishuddha Chakra
Localizzazione – la zona della gola, nel piano sottile
Rappresentazione simbolica – un loto con 16 petali (16 nadi o canali energetici)
Rappresenta – la coscienza pura, la creatività, la sede del suono, i sogni, il simbolo della purezza
La funzione psichica contrôllata – l’espressione verbale, le parole ispirate, la chiarezza espressiva, l’intuizione degli archetipi, il risveglio dell’intuizione, ricettività superiore, protezione sottile
Reazioni specifiche in caso di disturbi energetici – spasmofilia e insonnia, ansia e depressione
Energie con le quali ci mette in risonanza – le energie sottili dell’etere
Organo di senso – le orecchie
Il senso governato – l’udito
L’animale simbolico del centro di forza Vishuddha Chakra è l’elefante celeste Airavata, il veicolo del dio vedico Indra.

 

Ajna Chakra
Localizzazione – la zona tra le sopracciglia, il terzo occhio o l’occhio di Shiva
Rappresentazione simbolica – un loto con 96 petali (96 nadi o canali energetici)
Rappresenta – la coscienza mentale superiore che facilita la percezione diretta dei mondi invisibili e degli aspetti sottili della manifestazione
La funzione psichica controllata – il controllo dell’intuizione superiore, la capacità di prevedere certi eventi, intuizione istantanea delle qualità di un essere umano, la percezione extrasensoriale
Reazioni specifiche in caso di disturbi energetici – spasmofilia e insonnia, ansia e depressione
L’attivazione armoniosa di questo centro di forza si traduce nelle capacità telepatiche, la padronanza di sé, l’intelligenza creatrice.

 

Sahasrara
Localizzazione – sulla cima della testa, nel piano sottile; viene anche detto il centro supremo di comunione con Dio
Rappresentazione simbolica – un loto con 1000 petali (1000 nadi o canali energetici)
Rappresenta – il punto di rincontro di Kundalini-Shakti e di Shiva, sincronizza tutti i colori, tutti i sensi e tutte le funzioni
Funzioni – centro della Coscienza suprema, dove avviene la riunificazione di tutti i contrari, dove si effettua l’atto di trascendenza dell’illusione, l’apertura spirituale verso la forza creatrice dell’Universo.